L’antica storia di Halloween

0
31


Halloween ha radici che risalgono letteralmente migliaia di anni tra i popoli dell’antica Irlanda, Scozia, Inghilterra e Francia come festival religioso.

Le religioni basate sulla natura, che in genere adoravano sia un Dio che una Dea, celebravano la fine dell’anno, quando venivano portati i raccolti finali e iniziava la stagione buia dell’inverno.

 I sacerdoti di queste religioni costruivano sacri falò sulle cime delle colline e facevano offerte alle divinità per assicurare loro un inverno facile e una stagione di semina fruttuosa per l’anno successivo. 

Le persone del posto  celebravano la festa con molto cibo, bevande, balli e indossavano maschere di pelliccia e piume o si dipingevano i volti. I bambini ricevevano dolcetti  che normalmente non avrebbero avuto durante l’anno.

I Celti chiamarono questa notte “Samhain” (pronunciato: “sow-wan”). Un  festival per la fine dell’anno, si credeva anche che durante questo periodo il velo tra la vita e la morte fosse più sottile, permettendo ai morti di ritornare sulla terra. Per tenere lontani gli spiriti indesiderati, svuotavano una zucca o una rapa e vi incidevano una faccia spaventosa, quindi mettevano dentro un carbone incandescente e lo appoggiavano per terra davanti alla porta per attirare fortuna. Questa era anche la ragione per la quale indossavano maschere e volti dipinti.

Quando i Romani conquistarono i Celti nel corso del I secolo dC, iniziarono a provare a convertirli dalla loro religione alla religione romana. La festa celtica di Samhain cadde negli stessi giorni della celebrazione romana della messe, Pomona, così chiamata per la Dea Pomona il cui simbolo era la mela. Con le due culture che vivono insieme, i due festival si sono fusi in uno, con il tema delle mele e della raccolta che diventano parte del festival annuale di Samhain. Col passare del tempo ei Romani si convertirono al Cristianesimo le cose divennero un po ‘fastidiose.

Il passaggio di Samhain a Halloween
Intorno al 600 DC: il cattolicesimo romano aveva iniziato a prendere il sopravvento sostituendo gli dei e le dee della cultura celtica e romana con “l’unico Dio”. Una tecnica di conversione era quella di cercare di fondere le festività cattoliche con quelle pagane per facilitare la transizione. Poiché la celebrazione pagana per Samhain si è tenuta il 31 ottobre e il 1 ° novembre, il Papa Bonifacio IV ha designato il 1 ° novembre il Giorno di Ognissanti. In modo da portare a pregare  i santi e i martiri al posto degli Dei.

Ma il  Papa non ebbe successo non riuscì ad eliminare i rituali pagani come aveva sperato. Le persone celebrano semplicemente entrambe le feste insieme.

Secolo dell’800: incontrato il tentativo fallito di convertire le masse e tentare di cancellare ulteriormente le religioni pagane, papa Gregorio III decretò che il giorno di Ognissanti doveva cadere nello stesso giorno di Samhain. Dichiarò che, in celebrazione dei santi, i giovani avrebbero dovuto andare porta a porta a chiedere cibo per i poveri della città e che agli abitanti dei villaggi era permesso di vestirsi in costume da santi. Così, è nata la tradizione finale di dolcetto o scherzetto.

1500: Dopo 600 anni di cambiamenti religiosi, i cattolici romani si liberano finalmente delle ultime vestigia delle religioni pagane. Samhain e il giorno di Ognissanti si sono mescolati così bene che la vecchia vacanza è difficilmente riconoscibile ed è ora chiamata “All Hallows ‘Day”. Poiché è ancora una celebrazione di due giorni, la sera prima si chiama “All Hallows ‘Evening”. Alla fine gli abitanti del villaggio fondono il nome e si chiama Hallow Evening, o Halloween.

1600: il cattolicesimo romano si è diviso nella chiesa protestante d’Inghilterra quando il re Enrico VIII vuole divorziare dalla moglie e creare la propria chiesa. Cattolici e protestanti non vanno d’accordo e da ciò deriva molta violenza. Gruppi di persone lasciano l’Inghilterra in nave per venire nelle Americhe dove possono praticare la libertà religiosa. I Puritani che atterrano negli stati del New England proibiscono qualsiasi festività che considerano di natura cattolica come Halloween, Natale e Pasqua. Per i prossimi 250 anni, la piccolissima popolazione di cattolici ed episcopali in America celebra queste feste.

L’inizio di Halloween come lo conosciamo
Durante il 1840 l’improvviso arrivo di cattolici irlandesi in America durante la carestia della patata irlandese porta con sé le tradizioni irlandesi di Halloween. Gli irlandesi scoprono un’abbondanza di zucche nel Nuovo Mondo e decidono di usarle al posto delle rape. Scolpire una zucca scavata e intagliarla è molto più facile che usare rape e zucche. La Jack-O-Lantern è nata !!

Nel corso del 1860, membri di entrambe le chiese cattoliche ed episcopali si impegnarono a mettere Halloween come festa ufficiale nel calendario ufficiale. Era già ufficialmente sancito dalle chiese e celebrato da alcuni degli immigrati dal Regno Unito e dall’Irlanda. Anche se non contava quello che era da considerarsi una “vacanza in banca”, volevano che lo riconoscesse lo stesso.

Durante il 1870 e da questo periodo in poi, Halloween iniziò a prendere piede nella società americana mentre si diffondeva dagli immigrati alle persone nate in questo paese. È stato durante questo periodo che l’idea di “trucchi o scherzetti” è arrivata quando i giovani hanno iniziato ad usare la notte di Halloween come scusa per giocare scherzi per lo più innocui su amici e vicini.

Nel 1899, la Mankato Free Press riferì che a Halloween “ragazzi e ragazze venivano segnalati per le strade facendo un gran rumore di clacson e battendo le pentole, spostando tutto ciò che riuscivano a trovare in un punto diverso e rimuovendo i segnali stradali”. Questo è il tipo di scherzi innocui che bambini e adolescenti stavano facendo durante questa era. Il “spostare tutto ciò che riuscivano a trovare” di solito comportava cose come spostare le case in altri luoghi, mettere sedie e altri oggetti facili da sollevare sulle cime delle case.

Halloween Today
Quello che Halloween è diventato oggi è molto diverso dalle sue umili origini come celebrazione religiosa, la stragrande maggioranza delle persone la celebra come una festa secolare senza connotazioni religiose come mai. Halloween negli Stati Uniti e altrove continua a crescere in popolarità con il passare degli anni, diventando più grande e più stravagante. Le persone spendono centinaia di dollari in costumi, oggetti di scena e decorazioni per i loro luoghi di ritrovo, decorazioni domestiche, feste e ritrovi professionali.

Mentre è ancora una festa religiosa per i neopagani che, mentre si diverte anche a divertirsi, la prendono molto sul serio, la maggior parte della gente la considera una vacanza da paura. È perché è senza stress, si vestono in costume e possono essere ciò che vogliono essere e lasciati liberi anche solo per una notte all’anno.