Riti magici amore: la mandragora o mandragola

0
1349

Fatti e leggende

Narra una antica leggenda che la Mandragora cresceva sotto le piante dove venivano impiccati gli uomini, perché l’impiccagione provocava una sorta di eiaculazione dal genitale maschile che faceva da “seme” per questa pianta. La mandragora è conosciuta, non tanto perché ha tutta una sorta di effetti, del quale parleremo dopo, ma soprattutto perché la radice assomiglia molto alla forma umana.
Per questa motivazione, viene considerata una pianta “legata” ai riti magici.
Molti dicono che è una pianta molto rara, che è difficile da trovare e altri invece dicono che è impossibile da trovare, sfatiamo la leggenda metropolitana. In realtà la mandragora si trova un po dapertutto. E’ una pianta mediterranea, qui in Umbria, si trova maggiormente dalle parti di Norcia, ma se guardate un po in giro vi accorgerete che la potete trovare in tutta la penisola, soprattutto al sud.
il nome, presumibilmente di derivazione persiana (mehregiah), le è stato assegnato dal grande medico greco Ippocrate.
Mandragora L. è uno dei generi di piante della famiglia delle Solanaceae comunemente note come Mandragola.
Un’altra leggenda la lega la mito della licantropia, sembrerebbe che “mangiando” le radici di questa pianta, si favorirebbe la trasformazione da umano a animale.
Forse il mito è una trasposizione agli effetti della mandragora che se ingerita provoca allucinazioni, bocca secca, pupille dilatate e aumento del ritmo cardiaco.
Per questo motivo, mi raccomando, assolutamente, se volete provare ,per curiosità, fatelo, ma senza mai ingerirla. Questi sono gli effetti provati dalle ricerche scientifiche, ci sono anche degli effetti presunti, ma non dimostrati che sono: antidolorifico, sedativo, afrodisiaco, e anestetico, ma non consiglio di provare, piuttosto usate la benefica malva e come afrodisiaco il tartufo, almeno siete sicuri!
Torniamo a noi, negli antichi trattati ho trovato una serie di riti con la Mandragora ve li riporto, se volete provare, avrei poi piacere sapere se a qualcuno sono riusciti, scrivetemi pure a info@amore-tarocchi.com

Più precisamente, chi fa della magia nera cerca di sottomettere le entità del cosmo al proprio volere (sovvertendone le leggi), chi fa della magia bianca sottomette invece la propria volontà alle leggi del cosmo. Ciò significa che per operare in armonia con l’universo occorreva sviluppare un senso morale basato sull’obbedienza a Dio e sul rispetto della sua volontà.
E poiché si pensava che la volontà divina coincidesse con la razionalità oggettivata del mondo, la magia bianca si proponeva di preservarla, e anzi di favorire la sua naturale evoluzione. La magia bianca si inseriva così nell’ottica tipica dei pensatori rinascimentali, i quali ritenevano che tutta la creazione, corrottasi a causa del biblico peccato originale, tendesse a ritornare verso la perfezione originaria. Come l’uomo tende verso la divinizzazione, così ogni elemento tende a ritornare verso la meta cui è stato assegnato (o entelechia), secondo la concezione aristotelica mescolatasi con quella platonica. Si cercava in un certo senso di risolvere la materia nello spirito; la magia bianca finì in tal modo per coincidere con l’alchimia, che si prefiggeva di costruire la pietra filosofale, al fine di trasmutare i metalli in oro, considerato la meta naturale di ogni elemento. L’oro era ricercato non a scopi di avidità o di possesso, ma per le sue proprietà intrinseche, essendo tra i metalli quello più incorruttibile (cioè più resistente al tempo), oltre ad essere un ottimo catalizzatore da usare nelle reazioni chimiche.
Gli interessi suscitati dalla magia bianca, rivolta esclusivamente allo studio della natura e al rispetto delle leggi in essa presenti, funsero così da apripista alla chimica moderna. L’opera dell’alchimista consisteva infatti essenzialmente nello studio empirico delle sostanze elementari e in esperimenti scientifici su di esse. Egli ne cercava le proprietà operando all’incirca come un chimico, catalogandole, tentando miscugli, introducendo nel suo lavoro fornelli ed alambicchi che saranno poi gli strumenti principali utilizzati dalla chimica come la intendiamo oggi.

 

Servizio di Cartomanzia

Per qualsiasi richiesta e informazione contatta il centralino il costo è quello di una telefonata urbana

 075 59 79 009

Non ci conosci ancora? Per te un’offerta di Benvenuto

(a soli € 5,00  un consulto di 10 minuti, oppure a soli € 10,00  consulto di 20 minuti)

SE NON VUOI l’addebito sulla carta di credito e vuoi tenere sotto controllo la tua spesa, oppure vuoi restare in completo anonimato componi dal tuo telefono il numero

COMPONI IL NUMERO 899.00.49.20

al costo di 98 cents al minuto IVA compresa,
servizio offerto da MPV ITALIA srl costo massimo €15 a telefonata durata 15:25 minuti

 Chiami dalla SVIZZERA?

COMPONI  IL NUMERO 0901.234.019

il costo è di 1,30 Franchi Svizzeri al minuto durata massima 60 minuti